Lorem ipsum

mercoledì 19 agosto 2015

Fenomenologia degli "esperti da social"

L’era dei social network ha portato all’espansione incontrollabile di un fenomeno curioso: tutti hanno un parere su qualsiasi cosa e sentono l’irrefrenabile impulso di comunicarlo al mondo. Complice anche il bisogno per l’animale sociale di essere accettato dal gruppo, ogni giorno le pagine web vengono inondate da post e commenti di social-tuttologi sugli argomenti più disparati: da profonde riflessioni sul clima a invettive contro interventi militari in Siria, dal neo-imperialismo americano alla vera musica di nicchia, dal femminismo post-moderno ai complotti internazionali, dai mostruosissimi Ogm alle critiche letterarie…interrompo la lista solo per motivi di spazio (nei miei testicoli, mi si perdoni il francesismo).

Il bisogno di esternare il proprio disinformato parere su ogni cosa sta contribuendo all’abbassamento culturale del mezzo internet in particolare e della società in generale, e deriva da un tipico e pericoloso fraintendimento dell’era dell’informazione: 
Più informazione non significa necessariamente un’informazione migliore.

Ma io voglio andare oltre: esiste una vera e propria categoria...
Chi è il "fenomeno emergente da social?"


Si tratta di una persona di quelle "spuntate ieri", di quelle che non hai mai neppure sentito nominare per sbaglio, di quelle che appaiono improvvisamente in gruppi, discussioni, commenti, generalmente mantenendo un profilo molto alto, provocatorio, pronto subito al flame, e che si professano "grandi esperti di un argomento".
Non hanno un blog, se digiti su Google il loro nome trovi l'omonimo che vende bare a Manfredonia (con corone fiorite e epigrafi comprese ne prezzo eh?)



Il fenomeno emergente da social ha tre caratteristiche:

1) Se guardi la sua bacheca interagisce con al massimo 3/4 persone...quelle che resistono al suo modo di fare (non si sa per che motivo)
2) Se leggi le informazioni sono vaghe ma altisonanti, della serie "ha lavorato persso la TRE" (potrebbe essere quel tutto ad un euro in Piazza Milano, quello poi rilevato dai cinesi) oppure mettono "Manager di me stesso" (questo è gettonatissimo: ti fa intuire "Sono io che comando, non prendo ordini da nessuno e non cagatemi il cazzo")
3) Nonostante abbia una vita sociale che risale a qualche mese, non ha alcuna foto di momenti felici, vacanze, amici, birre, inoltre (nota bene) è stato bannato da almeno 10 gruppi e quei pochi gruppi che per sensibilità lo tengono si sono lentamente svuotati, diventando un monologo tra l'amministratore e questo "fenomeno da social" in pratica da gruppo a sessione individuale....come una psicanalisi praticamente...


Una ulteriore caratteristica osservata e spesso ricorrenet consiste (dato che non sono assolutamente seguiti da alcun contatto, ogni volta che suppongono di avere un "guizzo di genio" spammano in tutti i gruppi esistenti, da "i segreti per fare la marmellata di finocchi" al "gruppo degli amici di Nonna Zelanda emigrata in Tibet perchè il figlio era un clown" lo stesso messaggio e si incazzano pure se nessuno interviene e con fare minaccioso promettono sviluppi sconvolgenti, chiedono "dove sono tutti questi esperti?" come se fosse in atto una guerra...si!! Una guerra all'intyerno del loro cervello!!




Questi "fenomeni da social" hanno una caratteristica molto pericolosa: sono convinti di essere il meglio del meglio, mi spiego: se tu sai di "pesca di carpe in laghetto d'acqua dolce" ed hai anche conseguito un riconoscimento perchè hai pescato una carpa da 150 kili in pieno inverno mentre nevicava, loro ti attaccheranno e ti condurranno ad una guerra all'ultimo sangue per dimostrare che LORO sono quelli più esperti e che non hanno alcun attestato della loro SACCENZA perchè a loro non interessano quelle cose, a loro interessa far sapere che loro sono...e le carpe a loro entrano in macchina...altro che chiacchere...

Dove si trovano questi tipi di fenomeno?

Gli ambienti sono i più disparati, tuttavia bisogna tenere conto che su Facebook, esiste una bolla rivolta ad alcuni settori che sono principalmente






  1. Vendita - I fenomeni da social sono dei sedicenti "venditori da almeno vent'anni" che conoscono tutti ed hanno una parola (cattiva) per ognuno, sono convinti che nella vendita l'unica strategia valida sia la loro, dimenticando che in tutti i settori, l'unica strategia che FUNZIONA è quella della curiosità e dall'apertura, ovvero conoscere, guardare, scoprire, rubare con gli occhi e confezionare la propria strategia traendo il meglio da ogni angolo che la tua curiosità riesce a scoprire,

    "VotAntonio - VotAntonio - VotAntonio - VotAntonio..."
  2. Network Marketing - I fenomeni da social leggono Tony Robbins, Napoleon Hill, Brian Tracy, hanno librerie piene di libri sulla crescita personale ma sono persone piccole, destinate a restare piccole, ma non perchè è cattivo il mondo ma semplicemente perchè per "crescere" ci vuole PREDISPOSIZIONE, UMILTA' ED APERTURA MENTALE, leggono libri di  tutte persone che insistono sul valore del rapporto con gli altri, ma loro, non hanno idea di cosa significhi rispettare il pensiero altrui (ricordo che loro fanno SOLO azioni di protagonismo, lunghi monologhi e non lasciano spazio ad alcuno)
    Inoltre non sono disposti ad apprendere nulla, cosa che il vero "intellettuale" non approverebbe mai: si impara sempre e comunque attraverso la condivisione e la conoscenza.
    Parlano di Leadership ma se dovessero motivare una downline finiremmo tutti dallo psichiatra
    Parlano di correttezza, valore fondamentale in questo mestiere, e sparlano, sparlano, sparlano...e poi quando hanno l'avvisaglia che tu stia facendo un discorso scomodo, hanno la coda di paglia e pensano tu ce l'abbia con loro....ma io dico: "Vuoi essere un networker e sei preso così?" ma non pigliamoci per il sedere per cortesia!!!


    ULTIMO APPUNTO SUL NETWORK MARKETING: Non è detto che denigrando i concorrenti, parlando male delle altre aziende e degli altri networkers automaticamente si crea più spazio ed opportunità per te, anzi, tu diventerai solo uno dei milioni di chiaccheroni, che non capiscono che c'è spazio per tutti e non si acquista credito sparlando ma lavorando bene
  3. SEO - Sono tutti maghi dei motori di ricerca, salvo quando chiedi loro prove della loro professionalità e ti rispondono che non possono per privacy...privacy? Ma se hai appena sputtananto mezza Italia per goderti 5 minuti di visualizzazioni?
    Privacy? Tu non sai nemmeno se la privacy è commestibile...ergo, non sparare cagate che se mi mostri un tuo lavoro posizionato su Google è perchè digiti  l''url sulla casella di ricerca, appare per primo e pensi si tratti di magia!! FENOMENO!!!
  4. Copywriting - PARTIAMO DAL CONCETTO CHE TUTTO IL MONDO E' COPYWRITER salvo: non sapere come scrivere correttamente in italiano, salvo offendere la gente con parolacce, salvo non essere in grado di creare nulla al di fuori di una ventina di commenti uniti tra loro in un gruppo dove parlate solo tu e l'amministratore...se fossi copywriter, avresti un blog, delle landing pages, avresti delle collaborazioni, promuoveresti le tue idee e non i tuoi giudizi...
    Ecco, PIU' IDEE E MENO GIUDIZI!!!

    Ma soprattutto, qualsiasi tipo di professionista o esperto tu sia, se tu fossi così ricercato, non avresti quel filo di frustrazione che ti porta ad avercela con il mondo perchè saresti impegnato, coinvolto, soddisfatto, avresti ben altro a cui pensare...


Ecco dunque il social-tuttologo! Possiede cieca fiducia in sé stesso e un’opinione incontestabile su qualsiasi argomento, formata a seguito della lettura di una singola pagina di blog, esprimibile entro i 150 caratteri e condita da una spruzzatina di ironia; proiettili di sarcasmo in canna, pronti a freddare in automatico eventuali critici. Se poi a controbattere fosse una persona realmente competente, beh, eccolo sfoderare un repertorio olimpico di circonvoluzioni linguistiche e intellettuali degne del miglior esponente 31enne fuori-sede e ultra-fuoricorso di Lettere e Filosofia, membro attivo della Sinistra Universitaria al quinto tentativo consecutivo di ottenere un 18 all’esame di Letteratura Romanza (e qui devo ammettere di aver pescato un esempio non del tutto casuale dai miei ricordi universitari). E il tutto senza mai ammettere una singola volta di aver sbagliato.
Insomma, non importa quanto l’opinione sia superficiale o vuota, tanto non si distinguerà nel vasto mare di video/foto/post illetterati che occupano abitualmente le bacheche dei social. Complici anche i media tradizionali, tv e giornali che ci subissano quotidianamente di sentenze pre-digerite e cronometrate di sedicenti esperti, si è perso il valore dell’ascolto seguito da un’attenta riflessione. Non è necessario avere un’opinione su tutto. A volte è molto meglio tacere, e ascoltare. Ragionare con la propria testa significa anche comprendere i limiti della propria conoscenza, accettarli e cercare di superarli grazie all’aiuto di chi è più preparato di noi.
E invece…tutto deve essere letto scritto postato batti batti rapido rapido rapido risposta veloce pena il dimenticatoio. Pena l’esclusione, il contare niente. Ma senza riflettere, senza un minimo di sforzo intellettuale controintuitivo, non siamo altro che bieco istinto, rozzo automatismo. Streams of unconsciousness.
Vedi, quando ho scritto "Streams of unconsciousness." questo ragazzo ha fatto questa faccia....



Il discorso sembra complicato ma non lo è: ingaggiano un monologo di 30 post consecutivi (senza nessuno che intervenga) su un argomento, e successivamente piazzano il classico "Ma gli esperti dove sono finiti?"
P.s. non sanno che appena vedi che in quella discussione appare il fenomeno di turno, stacchi notifiche e campanelli e ti metti a fare altro...

Ma io mi chiedo "Non ti sei accorto che non ti sta cagando nessuno? Vuoi gli esperti? Gli esperti non alzano la mano e dicono - Ciao sono l'esperto, cazzo vuoi?"
Ma il fenomeno da social va oltre: se non riesce ad emergere velocemente inizia a sputtanare, divulgare notizie (anche magari vere) ma con lo scopo di denigrare sempre qualcuno, perchè solo il fatto di "farti sapere che lui sa quelle cose" lo fa sentire un'eccellenza.

Il ragionamento è "Adesso ti faccio capire quel personaggio quante porcherie ha fatto" e solo il fatto che tu legga, per loro è una ricompensa perchè lo sporco degli altri fa vivere loro....che contorto cazzo....


Non raccontiamoci balle: il nozionismo non paga, per quello c’è Wikipedia: è ora di imparare a ragionare.

In pratica possiamo tranquillamente dire che non è solo "esperto di qualcosa" ma è anche "esperto di esperti".

Il fenomeno da social è un personaggio che almeno una volta ci è capitato di incontrare...molti gli degnano indifferenza, molti battibeccano e poi mollano, molti altri invece lo bannano.

Il fenomeno da social vive attaccato come un parassita generalmente dove ci sono contenuti, dove ci sono persone che ragionano, che discutono, ma la caratteristica principale del "fenomeno da social" è il potere di svuotare ogni ritrovo sociale in brevissimo tempo.
Strategicamente potrebbe essere utile ingaggiarlo ed aizzarlo ai competitors...


PRENDI BENE LA MIRA.....
Se nel vostro gruppo o nel vostro feed doveste aver a che fare con un "fenomeno da social" sappiate che siete in contatto che una fenomenologia oggetto di importanti studi, i migliori psicologi, psichiatri ed esperti di sociologia si stanno scervellando per capire l'entità di questa fenomenologia, ma siamo ancora indietro anni luce...loro sono troppo avanti...e sguizzano come anguille....
Freud nel suo "trattato della fenomenologia dell'esperto da social" edito nel 1935 ha detto ermeticamente "Lasciate loro il monologo".
Penso sia il miglior consiglio di un esperto.

Posta un commento

Libri consigliati

Social Network Marketing 3.0

Su Amazon

Top Seller: Venditore TOP

Su Amazon

I MIsteri della Comunicazione

Bestseller Su Amazon



Andrea Tamburelli ospite di Tempo Super

Hanghout sulla gestione del tempo(Con Davide Rampoldi Coach)

Like-MLM Strategies

Software per la gestione del Network Marketing & mercato multilivello


Siamo LEADER del mercato e primi su Google, i più richiesti ed i più imitati!!!
Diffida da imitazioni e CONTATTACI SUBITO!