Lorem ipsum

domenica 27 luglio 2014

E tu le sai queste cose dei social network?

Quando un utente si iscrive a un social network, automaticamente è obbligato ad accettare i termini imposti dalla società. 
Sono andato a guardarmi questi termini e c'è da perdersi:  pagine e pagine di condizioni e termini giuridici elaborati in una formattazione ostile, con un font-size di 10px che spesso induce l’utente ad accettare tutto, senza troppe scocciature, tanto lo fanno tutti, dopo una lettura sommaria e per nulla approfondita.

In questi documenti ci sono però informazioni molto importanti come linee guida, regolamenti e diritti dell’utente, così come della compagnia che offre il servizio. Se siete iscritti a Facebook, Twitter, Instagram o Linkedin, ecco un elenco di alcune cose che magari non conosci perchè ti sei perso tra le clausole...
FACEBOOK
Foto e video: Facebook può usarli come e quando vuole a suo piacimento, diventano di SUA proprietà
Hai mai desiderato di vedere le foto scattate  al tramonto di una vacanza, postate su Facebook e poi utilizzate per una bella campagna pubblicitaria? 
Ora è possibile senza che tu te ne accorga!
Quando ti iscrivi  a FB, devi acconsentire alle condizioni che vengono imposte e tra queste ce n’è una particolare sui contenuti: sui quali stai permettendo totale libertà di utilizzo.
Tutto ciò che produci e posti su Facebook, infatti, è utilizzabile pienamente per qualunque scopo.
L’utente mantiene la proprietà del contenuto, ma concede a Facebook la libertà di utilizzarlo come vuole e farlo utilizzare da altri. 
L’unico modo per revocare questa licenza è cancellare il contenuto da Facebook.
La stessa cosa vale per Twitter, Instagram e Google.

Devi sempre tenere aggiornati i tuoi dati personali:
Facebook richiede il continuo aggiornamento dei dati personali: il documento che l’utente sottoscrive precisa che l’utente è tenuto ad aggiornare il proprio numero di cellulare entro 48 ore dall’avvenuto cambiamento. 
Per le mail, invece, non ci sono tempi precisi.
TWITTER
Privacy senza limiti
La policy sulla privacy di Twitter permette alla società di tenere traccia, per ogni utente: dell’indirizzo IP, del tipo di browser, del sistema operativo utilizzato, delle pagine visitate, del luogo di navigazione, del tipo di device utilizzato, delle applicazioni, dei criteri di ricerca utilizzati. Google fa sostanzialmente le stesse cose.
Non è permesso bloccare profili per troppo tempoState pianificando di creare un account twitter per vostro figlio da fargli utilzzare quando sarà adulto? Non è possibile. Twitter, infatti, cancella quasi tutti gli account che restano inutilizzati per un periodo tra sei e nove mesi.
INSTAGRAM
Instagram non è il posto delle idee... ma se ne postate una davvero bella…Instagram per policy, non “accetta o considera contenuti, informazioni, idee o altri materiali che non sono espressamente richiesti”, ma se, per qualche ragione, tu posti un’idea brillante e questa viene captata e “rubata” dall’azienda, non puoi rivalervi in alcun modo
Nessuno ti darà un centesimo o ti difenderà.
Posta un commento

Libri consigliati

Social Network Marketing 3.0

Su Amazon

Top Seller: Venditore TOP

Su Amazon

I MIsteri della Comunicazione

Bestseller Su Amazon



Andrea Tamburelli ospite di Tempo Super

Hanghout sulla gestione del tempo(Con Davide Rampoldi Coach)

Like-MLM Strategies

Software per la gestione del Network Marketing & mercato multilivello


Siamo LEADER del mercato e primi su Google, i più richiesti ed i più imitati!!!
Diffida da imitazioni e CONTATTACI SUBITO!