Lorem ipsum

sabato 9 agosto 2014

Facebook si salva il culo con la privacy

Importanti novità per il social network di Mark Zurkerberg. Assieme all’introduzione delle nuove API grafiche (che arrivano alla versione 2.1), Facebook ha annunciato due importanti cambiamenti relativi alle Policy della piattaforma, cambiando sostanzialmente le regolamentazioni relative ai giochi e ai metodi d’utilizzo attuabili.


Sulla falsariga delle novità che introdurrà Google nel suo Play Store, anche la sezione dedicata ai giochi di Facebook entro i prossimi novanta giorni vedrà l’arrivo di nuove descrizioni, nelle quali gli sviluppatori di titoli che includono acquisti in-app dovranno specificare chiaramente che gli utenti potrebbero dover acquistare componenti di gioco aggiuntivi. E’ Una novità importante, che renderà molto più trasparente l’utilizzo di titoli “il cui gameplay potrebbe cambiare nel corso del gioco a causa della presenza di contenuti a pagamento”.

Secondo la Commissione Europea queste tipologie di giochi sono ingannevolmente pubblicizzate come gratuite e potrebbero spingere gli utenti ad acquistare contenuti senza rendersi conto della spesa affrontata: come anticipato, anche il colosso di Mountain View si è impegnato a modificare sostanzialmente il suo Play Store mettendo a disposizione degli sviluppatori nuove linee guida ed eliminando le applicazioni con acquisti in-app dalla categoria “gratuite”.


Ma la novità più importante riguarda le pagine e le modalità di sponsorizzazione delle fan page, i cui proprietari con l’entrata in vigore del nuovo regolamento non potranno più incentivare gli utenti utilizzando contest o applicazioni funzionanti esclusivamente se si è follower di una determinata pagina. La novità chiude le porte a tutte le piattaforme che sfruttano queste modalità di engagement, e garantisce la creazione di collegamenti più funzionali soprattutto in un ottica rivolta al business: in soldoni, il social network di Zuckerberg vuole fare in modo che gli utenti inizino a seguire esclusivamente le pagine che pubblicano contenuti per loro interessanti, in modo da riuscire a studiare e dare vita a campagne di advertising molto più specifiche e funzionali.

Gli sviluppatori e i gestori delle fan page avranno novanta giorni, a partire da oggi, per adeguarsi al nuovo regolamento.
Posta un commento

Libri consigliati

Social Network Marketing 3.0

Su Amazon

Top Seller: Venditore TOP

Su Amazon

I MIsteri della Comunicazione

Bestseller Su Amazon



Andrea Tamburelli ospite di Tempo Super

Hanghout sulla gestione del tempo(Con Davide Rampoldi Coach)

Like-MLM Strategies

Software per la gestione del Network Marketing & mercato multilivello


Siamo LEADER del mercato e primi su Google, i più richiesti ed i più imitati!!!
Diffida da imitazioni e CONTATTACI SUBITO!