Lorem ipsum

sabato 25 ottobre 2014

Non dare ascolto ai ladri di sogni

Una volta un mio mentore, leader di una società molto conosciuta, persona che fattura cifre a 5 zeri ogni mese, mi disse “Non dovresti mai impegnare altre persone in una discussione che riguarda il network marketing, finchè non sei pienamente formato, sicuro di te e pronto”.

E continuò con una frase che mi rimbomba nella testa ancora oggi “Se lo fai potresti cedere ai ladri di sogni”.

Ma chi sono i “ladri di sogni”?


Potrebbero essere parenti, colleghi, o praticamente chiunque tu conosca, stimi e che cerchi di importi la sua visione ottusa del network marketing.

A meno che tu non desideri entrare a far parte di questa categoria di persone, altamente nocive nel campo del network marketing, devi ignorare i “ladri di sogni” e dare all'attività la possibilità di dimostrare la sua validità.

Voglio raccontarti un fatto accaduto per spiegarmi meglio.

Circa 10 anni fa mi recai con una mia amica ad una presentazione di una grande azienda.
Questa mia amica, appena il relatore iniziò a parlare, si focalizzò sul suo abbigliamento: camicia, giacca e pantaloni di poliestere a scacchi.

Subito mi guardò e fece una smorfia, e quando l'oratore promise a tutti i partecipanti che avrebbero potuto guadagnare 15000 euro al mese lavorando part-time, si rigirò verso di me e con fare piuttosto scocciato mi chiese “Vuoi acquistare la torre di Pisa?” - “Se credi a questo tizio, crederai a qualsiasi altra cosa”.

Ecco, quella mia amica faceva parte dei “ladri di sogni”. Si era focalizzata su alcuni dettagli senza dare ascolto in modo completo a quanto aveva detto il relatore ed aveva preconfezionato un giudizio a priori secondo dei suoi standard che non erano assolutamente attinenti con il “sogno” che il relatore stava intavolando in sala.

L'opposizione da parte di persone care ha indotto molti ad abbandonare il network marketing prima ancora di iniziare.

Ritornando alla mia avventura con la mia amica, alla presentazione, una volta usciti, le dissi “Prova a darmi sei mesi di tempo” - “se non funziona, esco”.

Questa “scommessa” partì e quella mia amica non mi rese facile l'impresa: ogni volta che ci incontravamo non mancava di farmi osservare se avessi ottenuto risultati o meno.

Il primo mese portai a casa della mia amica una ricevuta di Paypal da 120 euro e lei rise dicendo “E tu, dopo aver lavorato 10 ore al giorno ed aver dedicato altre 3 ore a questa tua nuova impresa, hai guadagnato SOLO 120 euro?” - ma i mesi passarono ed il secondo mese la ricevuta era di 342 euro ed il mese successivo, sempre con 3 ore di lavoro gli euro erano 630.

Da quel momento in avanti la mia amica smise di fare la “ladra di sogni”, inoltre si avvicinò lei stessa a quel network ed in 4 mesi riuscì ad arrivare alla somma di circa 1200 euro dedicando 3 ore di lavoro ogni giorno.

La miglio difesa contro i “Ladri di sogni” è l'istruzione.
Documentati.
Studia il settore.
Familiarizza con i punti forti innati del network marketing, allora così potrai combattere contro i “ladri di sogni” con fatti oggettivi e concreti, come feci io con la mia cinica amica!



Posta un commento

Libri consigliati

Social Network Marketing 3.0

Su Amazon

Top Seller: Venditore TOP

Su Amazon

I MIsteri della Comunicazione

Bestseller Su Amazon



Andrea Tamburelli ospite di Tempo Super

Hanghout sulla gestione del tempo(Con Davide Rampoldi Coach)

Like-MLM Strategies

Software per la gestione del Network Marketing & mercato multilivello


Siamo LEADER del mercato e primi su Google, i più richiesti ed i più imitati!!!
Diffida da imitazioni e CONTATTACI SUBITO!