Lorem ipsum

venerdì 12 settembre 2014

Social Network...questione di tono!

Molti mi chiedono consigli relativi allo stile di scrittura da utilizzare nei social network, vogliono sapere come riuscire ad avere seguito ed attenzione da parte dei loro contatti.
La ritengo  una domanda molto particolare perchè i post sui social network hanno principalmente lo scopo di incoraggiare le interazioni sociali e lo stile personale è la chiave da seguire, tuttavia non esiste un segreto ma una serie di step da seguire, poi conta molto che tipo di persona sei ed in che modo sei abituato a comunicare, tutti elementi che con una buona dose di pratica, studio ed autocritica possono portare dei buonissimi risultati..

Mi spiego meglio: a mio parere non bisogna mai essere troppo freddi e professionali.
E' fondamentale cercare di scrivere semplicemente come siamo abituati a parlare, senza essere prolissi o cercare di apparire qualcosa di differente da quello che realmente siamo.

Usare uno stile personale non significa necessariamente che i post debbano essere prettamente personali, soprattutto se scriviamo per lavoro, rappresentiamo un'azienda o semplicemente vogliamo creare attorno di noi un'immagine che se mescolata troppo a vicende personali rischia di venir intaccata stentando quindi a decollare.

Usare uno stile personale significa far tesoro di determinate strategie per essere originali, noi stessi, riconosciuti perchè comunichiamo con semplicità dei concetti interessanti, utili  e coinvolgiamo chi sta leggendo.

Io cerco sempre di introdurre il metodo colloquiale, cerco di essere amichevole ed utile, ma non necessariamente categorico: essendo aperto anche alle opinioni e pensieri degli altri, se decidessi di essere categorico rischierei di stare antipatico a molte persone, cosa che entra in contrasto con l'aspetto sociale di queste piattaforme.

Lo stile che usiamo deve contribuire a coinvolgere i nostri contatti sui social.

La scrittura dev'essere diretta, ma anche incoraggiare una sorta di risposta.

Se il nostro desiderio comune è quello di accumulare un elevato numero di "mi piace", commenti e condivisioni (a mio parere la massima espressione di apprezzamento), dobbiamo optare delle piccole strategie, io opto per queste quattro:

  • Porre una domanda.
    Quando poni una domanda tendenzialmente porti  i tuoi lettori a rispondere.
    Indagate su qualche aspetto che porti un contributo di chi legge e terminate un post con una bella domanda aperta.
  • Essere utile.
    Io personalmente mi soffermo molto su questo aspetto. Purtroppo questa cosa ha due rovesci della medaglia: nella rete, soprattutto quando iniziamo ad essere seguiti e popolari abbiamo anche contatti ai quali non stiamo simpatici, proprio per questo motivo mi sono reso conto che la strategia qgiusta è quella di essere utile, portare il mio know-how ma volando basso, per evitare che i "meno amici" mi classifichino come un "tuttologo" (mi è successo, ma sono delle provocazioni che lasciano il tempo che trovano).
    Se avete degli argomenti che possono apportare dei vantaggi in chi legge, esprimeteli in modo semplice e con modestia, vedrete che chi legge apprezzerà!
  • Incuriosire il lettore.
    Dato per scontato che non abbiamo mai lo spazio sufficiente per raccontare una storia, io cerco di dare un assaggio di quello che posso offrire cercando di incuriosire in modo creativo il lettore e successivamente, alla fine, quando sono sicuro di aver "attirato l'attenzione" sul mio argomento, metto il link ad un post esterno.
    Questa tecnica è efficace perchè psicologicamente il lettore è attratto dall'inizio e dalla fine di un post, pertanto se riusciamo ad essere sufficientemente bravi a creare un alone di curiosità, il lettore al termine vorrà proseguire quanto iniziato da noi.
  • Condividere un'esperienza personale.
    Il 70% delle persone che hanno molto seguito nei social network, usa mescolare post di carattere personale, ad altri argomenti.
    E questo perchè?
    Perchè i lettori amano essere informati sulle storie personali, nonchè commentarle.
    Ovviamente non bisogna esagerare e postare ogni dieci minuti qualcosa che potrebbe sembrare prolisso e non porterebbe alcun risultato se non quello di tacciarvi per spammer
I post nei social media devono essere brevi e coinvolgenti.
Anche se Facebook non ha limiti (o meglio il limite è 63.000 caratteri), a fronte di questa flessibilità si potrebbe credere di postare tutto ciò che si vuole, ma purtroppo non è così: i post più ermetici hanno maggior successo perchè la gente non ama leggere troppo ed odia il brodo allungato.

Gli utenti hanno l'abitudine di scorrere velocemente i post, ed il loro testo quando vi si soffermano.

Più siamo concisi, maggiore sarà l'efficacia del post.

Ultimo elemento importantissimo è il "dosaggio della giusta immagine".
Proprio perchè gli utenti sono abituati a scorrere velocemente il newsfeed, una immagine ben scelta, è la chiave per far focalizzare l'attenzione del lettore sul nostro contenuto.
Ho visto che un'immagine simpatica, particolare, un'infografica semplice o una bella citazione, se accompagnate da un post ermetico hanno un'indice di condivisione molto elevato, per cui studiate bene la vostra comunicazione e "coloratela" con una bella immagine.

Spero di essere stato utile, hai ancora qualche suggerimento da aggiungere?
Posta un commento

Libri consigliati

Social Network Marketing 3.0

Su Amazon

Top Seller: Venditore TOP

Su Amazon

I MIsteri della Comunicazione

Bestseller Su Amazon



Andrea Tamburelli ospite di Tempo Super

Hanghout sulla gestione del tempo(Con Davide Rampoldi Coach)

Like-MLM Strategies

Software per la gestione del Network Marketing & mercato multilivello


Siamo LEADER del mercato e primi su Google, i più richiesti ed i più imitati!!!
Diffida da imitazioni e CONTATTACI SUBITO!