Lorem ipsum

mercoledì 28 maggio 2014

Sai cos'è l'engagement? Aumentare l'interesse verso di te!

In questi giorni ho sentito molto parlare di Engagement.

Per “engagement” si intende “livello di coinvolgimento”.

Nei social ci sono utenti che sarebbero disposti a fare carte false pur di vedere i loro post commentati e ricchi di “mi piace” ma mi dispiace dirlo, una formula egreta non esiste, non esiste nessun trucco magico ma solo un buon lavoro di “conquista” che va gestito con costanza e qualche piccola accortezza.

Mi sono sempre chiesto:

Scrivere poco vuol dire scrivere bene? Non è così semplice, ma la sintesi è un valore chiave per catturare e mantenere l’attenzione del lettore. Soprattutto quello che legge una pagina web.
Il punto è semplice: devi andare diretto al punto, non devi perdere tempo con inutili giri di parole.

Mantenendo i tuoi messaggi sotto i 250 caratteri puoi ottenere il 60% in più di engagement. E la percentuale sale al 66% se riesci a tagliare fino a 80 caratteri. Ma quando ti devi fermare?

La mia idea è semplice: ricordati di emozionare e coinvolgere il lettore. Non puoi solo informare: la comunicazione è fatta anche di emozione e curiosità.

Il mio personale consiglio è di puntare sull’originalità: se parli di cose tecniche cerca sempre di carpire le tematiche nuove, poco affrontate ma utili, le cose di cui pochi parlano, poi se conosci bene l’inglese cerca sempre di documentarti tra gli articoli dei blog americani a caccia di news, mentre se parli di tempo libero o cose del tuo privato, della tua vita devi cercare di essere magnetico, simpatico, coinvolgere chi ti legge…se sei anonimo cadrai nell’anonimato!!

Ma come devo scrivere?

Scrittura semplice, adatta a tutti, con pochi termini tecnici e magari un linguaggio fluido e comprensibile subito: l’utente è pigro e tende a “saltare” i post troppo complessi a meno che non gli interessino veramente ma se ti devi creare un bacino di utenza è megli iniziare con la semplicità.

Evita quindi  paroloni, periodi troppo articolati, ma cerca di chiarire anche il senso della frase.
Questo è il primo passo per incontrare l’approvazione dei tuoi fan.

Nel web non c’è gestualità, non c’è linguaggio del corpo e intonazione: quello che dici può perdere intensità, mordente. O, peggio ancore, può essere frainteso. Meglio evitare, non credi?

Per questo puoi usare le emoticons, ovvero gli smile che ti permettono di chiarire le tue intenzioni.
Questo, ovviamente, non deve essere una spinta all’abbondanza. La regola è sempre valida: non esagerare, non trasformare la tua pagina Facebook in una festa di carnevale…

Considerare giorno e orario

Ho sperimentato personalmente che i post scritti in una determinata fascia oraria destano più risposta perché magari su Facebook c’è una maggiore affluenza, poi comunque se sei una persona seguita gli utenti ti faranno visita lo stesso ma essere presenti nella home magari tra i primi post fa la differenza!!

Per capire giorni e orari in cui conviene condividere un post devi fare molti tentativi e analizzare i dati presenti nel tuo Insights.  Generalmente su Facebook c’è più traffico il giovedì e il venerdì e conviene condividere tra le 13 e le 15. Ad ogni modo ogni target ha le sue caratteristiche e ti consiglio di scoprire da solo qual’è il momento migliore in cui condividere un post.

Quanto contano le immagini? Tantissimo!!

Utilizzare le immagini per aumentare “mi piace”, “commenti” e “visualizzazioni” di un post su Facebook è sicuramente una tecnica vincente, perché si narra che “un’immagine vale più di mille parole” ma comunque desta curiosità.
Ti consiglio comunque di alternare i tipi di immagini, così come alterante gli argomenti.

Immagini Divertenti
Immagini Descrittive
Immagini originali (editate graficamente)
Immagini con bei ragazzi e belle ragazze
Immagini del vostro staff e dei dirigenti (daranno un volto umano alla vostra azienda).

Partecipa alle discussioni

Un ottimo modo per farsi conoscere è partecipare alle discussioni, commentare in modo costruttivo altri post, magari consigliando un post particolare del tuo blog che riguarda la discussione, questo ti darà autorevolezza, che non è poco, perché una persona autorevole automaticamente viene tenuta in considerazione!!

Non aver paura di dire la tua anche se vai controcorrente o se devi smentire qualcun altro: alla gente piace la discussione, soprattutto in via telematica: io personalmente mi sono creato un personaggio criticando molte cose che ritenevo sbagliate e dicendolo!!

Non cercare solo di vendere, ma cerca soprattutto di informare


I post in cui si cerca di vendere sono quelli che potenzialmente ricevono meno visite perché le persone non vanno su Facebook per comprare ma per socializzare. Per questo cerca di condividere post informativi che conducano sul tuo sito dove i tuoi fan potranno acquistare in seguito.
Posta un commento

Libri consigliati

Social Network Marketing 3.0

Su Amazon

Top Seller: Venditore TOP

Su Amazon

I MIsteri della Comunicazione

Bestseller Su Amazon



Andrea Tamburelli ospite di Tempo Super

Hanghout sulla gestione del tempo(Con Davide Rampoldi Coach)

Like-MLM Strategies

Software per la gestione del Network Marketing & mercato multilivello


Siamo LEADER del mercato e primi su Google, i più richiesti ed i più imitati!!!
Diffida da imitazioni e CONTATTACI SUBITO!