Lorem ipsum

mercoledì 11 giugno 2014

Fuffa 2.0: Ti racconto io la verità delle startup

Ogni periodo storico ha un suo lessico,la comunicazione muta con il cambiare del tempo e delle mode.
In questo clima i dubbi che proliferano, dobbiamo tenere sempre presente l’incertezza e la sfiducia  che ci accompagnano quotidianamente con il risultato che i vecchi modelli non rassicurano più e non resta che sperare nel cambiamento.
La faccio breve: parole sterili e tecniche come strategia vengono sostituite da altre più aspirazionali come Vision; Startup ne è un esempio.
Con questo termine importanto si dentifica la fase di avviamento di un’impresa e startupper altri non è che il visionario imprenditore, che incurante della difficile quadratura dei mercati, della spietata competizione globale e degli equilibri politici in evidente frizione, decide di prendere in mano il suo futuro e tentare la fortuna.

Nell’immaginario collettivo quindi lo starupper è diventato l’eroe che ci salverà, colui che aprirà nuovi scenari sostenibili e che riavvieranno la macchina della ricchezza, che da qualche anno sembra essersi inceppata.

Oggi nelle capitali della creatività se non sei uno startupper non sei nessuno, tutti hanno un progetto a cui dedicano le nottate, ogni visione è lecita e meritevole di una chance, i concorsi di pitching e le call for seeds si sprecano.

Digitando “Startup” nella barra di Google si ottengono: Circa 31.000.000 risultati (0,20 secondi).
Se vi chiedete come sia possibile che in così poco tempo si sia creato un fenomeno di tali dimensioni, la risposta va cercata in America.

Ancora la recessione non era che uno scenario apocalittico legato solo alla profezia dei Maya, dall’America alcuni imprenditori straordinari hanno iniziato a cambiare le regole del gioco dei mercati globali, pensiamo a Google, un’impero fondato su un’algoritmo e una pagina bianca con un logo mai uguale. Pensate ad Apple impresa nata in un settore considerato ad altissima competizione e dove le probabilità di affermarsi erano praticamente inesistenti, Pixar che ha scalzato Disney,… Queste imprese hanno riacceso la speranza nella gente, dimostrando che creare qualcosa di nuovo è possibile, anche in un mondo saturo come il nostro.
Più recentemente poi si è aperto un mercato completamente nuovo, quello delle App mobile. I Web Developer di tutto il mondo sono quindi saliti alla ribalta, casi emblematici come Angry Birds hanno reso il sogno raggiungibile, diventare milionari partendo da un banale videogame. L’investimento iniziale è così contenuto da rendere il sogno accessibile a chiunque.

Ma in realtà le cose non stanno proprio così, la fortuna a volte basta, ma sono davvero rari casi. Angry Birds, ad esempio, viene sviluppato dal team di Roxio, una società finlandese fondata da 3 giovani, dopo 6 anni di tentativi. Tra versioni gratuite e a pagamento conta più di 10 milioni di download che generano le prime entrate affiancate alla pubblicità che riesce a garantire grazie ai lunghi tempi di gioco, recentemente stimati intorno a 200 millioni di minuti in media al giorno per giocatore. Ma il vero boost è arrivato quando Roxio ha iniziato a vendere le licenze di utilizzo dei simpatici pollastri, che oggi vedono sviluppati e in progress una serie TV, peluches, un parco divertimenti, merchandise ecc.

Rischi, investimenti, nottatet di insonnia, tentativi, porte che sbattono in faccia e non demordere…


Startup oggi quindi non significa solo web, ma racchiude in una parola tutta la voglia di rilancio e di cambiamento che a lungo non trovavano espressione. Le grandi corporazioni ingessate hanno perso gran parte della loro attrattiva, il consumismo sta scemando gradualmente e le persone vogliono sempre più investire su loro stesse, sulle loro visioni e capacità. Magari siamo dopo la rivoluzione industriale e quella digitale è arrivata la rivoluzione personale.
Voi che ne pensate? Sentite oggi questa maggiore attenzione alla persona rispetto alle conoscenze tecniche? Questo clima possibilista e la ricerca di nuove visioni?
Posta un commento

Libri consigliati

Social Network Marketing 3.0

Su Amazon

Top Seller: Venditore TOP

Su Amazon

I MIsteri della Comunicazione

Bestseller Su Amazon



Andrea Tamburelli ospite di Tempo Super

Hanghout sulla gestione del tempo(Con Davide Rampoldi Coach)

Like-MLM Strategies

Software per la gestione del Network Marketing & mercato multilivello


Siamo LEADER del mercato e primi su Google, i più richiesti ed i più imitati!!!
Diffida da imitazioni e CONTATTACI SUBITO!